L'obesità complica la movimentazione manuale dei carichi

L'obesità complica la movimentazione manuale dei carichi

Le attività di movimentazione verticale (VHT), tra cui il sollevamento e l'abbassamento manuale dei carichi, sono considerate una delle principali cause di disturbi muscoloscheletrici legati al lavoro (WMSD). Il principale obiettivo dello studio di Colim e Coll. è quello di confrontare e analizzare le strategie, nonchè le posture, adottate durante la movimentazione verticale dei carichi fra soggetti obesi e non obesi.

A tale scopo è stato utilizzato il sistema VICON® su un campione di 8 partecipanti volontari non obesi (4 donne e 4 uomini) e 8 obesi (4 donne e 4 uomini). Sono state testate diverse condizioni occupazionali in 8 prove di movimentazione manuale di un carico (dal peso noto). Durante le prove di sollevamento, il gruppo composto da soggetti obesi (indice di massa corporea maggiore di 30 kg/m^2) presentava differenze cinematiche significative, rispetto ai soggetti del gruppo normopeso (indice di massa corporea inferiore a 25 kg/m^2). Sintetizzando estremamente i risultati del paper, in concreto, i soggetti del gruppo "meno in forma" presentavano un aumento della distanza orizzontale tra il carico e il corpo del lavoratore, inoltre si evinceva, sempre nel gruppo con BMI maggiore, una condizione di maggiore flessione del tronco (antero-posteriore).

Secondo gli autori, questo studio potrebbe dimostrare che gli individui con obesità sembrerebbero essere maggiormente esposti a un livello più elevato di rischio di WMSD, durante le prestazioni sollevamento dei carichi. In tal senso, il gruppo portoghese sottolinea la potenziale rilevanza per l'industria ovvero la necessità di postazioni di lavoro ergonomiche e la progettate per i lavoratori obesi. D'altro canto, questo studio, per quanto di ridotto impatto, corrobora il fatto che l'obesità possa essere un fattore di rischio per i disturbi muscolo-scheletrici, indicando la necessità di tenere in considerazione anche questo fattore durante gli interventi ergonomici sulle postazioni di lavoro e di adottare misure di prevenzione all'obesità.

Un ulteriore spunto, dalla redazione di Gymhub | Spin-off dell'Università di Padova, riguarda invece la possibilità di includere nell'equazione del lifting index una variabile che possa "moderare" l'effetto obesità (o considerando il BMI) durante il computo dell'indice predittivo di rischio.

Per una lettura approfondita: ⬇️.

 

Bibliografia

Colim A. et Al. (2020) Kinematics differences between obese and non-obese workers during vertical handling tasks International Journal of Industrial Ergonomics

Tutte le categorie